In un territorio di indiscussa vocazione per il Pinot Nero non poteva mancare questo champagne rosé ottenuto non per assemblaggio di vino bianco e rosso, bensì per salasso (macération).

La tecnica di vinificazione per estrazione dalle bucce viene adottata solamente in presenza di uve la cui pregiata complessità aromatica, meritevole di essere preservata, andrebbe in parte perduta col più semplice e diffuso metodo dell’assemblaggio.

Ed ecco uno campagne di grande potenza aromatica, la cui forza e consistenza sono mitigate dalla carezza di una piccola parte di chardonnay. Le bacche rosse, il lampone, la fragola, la ciliegia si rincorrono al naso e nel sorso ricco, e faranno la gioia della tavola accompagnando voluttuosamente il salmone, i filetti di anatra, le paste ripiene.

 

 

 

Uvaggio: 80% Pinot Noir – 20% Chardonnay
Dosaggio: Brut – 9 grammi/litro
Annata: BSA
Tempo sui lieviti: da 24 a 30 mesi